Quattro consigli per una cintura bianca

6 Gennaio 2020
La cintura bianca è ritenuta da molti la cintura più importante nel bjj: è quasi inutile dire che ci vuole una grande dose di coraggio per alzarsi dal divano e decidere di praticare uno sport da combattimento duro e complicato come il jiu jitsu! Ecco quindi 4 consigli che spero possano aiutare chi ha deciso di intraprendere da poco questo lungo viaggio nell’arte suave.

Quattro consigli per una cintura bianca

  • Giacomo Brunelli
  • 6 Gennaio 2020

Impara poche cose bene, piuttosto che tante cose male
Uno dei pregi/difetti del BJJ è che ci sono decine di guardie diverse e centinaia di tecniche differenti: questa varietà, quando si è agli inizi, rischia di confondere le idee. Per questo motivo il Jiu Jitsu va preso a piccoli sorsi: meglio concentrarsi sul fare una sola tecnica in modo perfetto che provare a farne cento in maniera imprecisa!

Attendi miglioramenti nel medio-lungo termine
Nel Jiu Jitsu è praticamente impossibile vedere miglioramenti dall’oggi al domani. Vi siete mai chiesti perchè una persona normale impiega mediamente 13 anni (e non 13 settimane) per raggiungere la cintura nera? Il BJJ è un’arte marziale molto vasta e richiede costanza, che porterà a miglioramenti tangibili soltanto nel medio-lungo periodo. Ecco perchè, soprattutto da cintura bianca, è inutile disperarsi dopo un allenamento in cui le avete prese da tutti ed è inutile sentirsi Buchecha dopo un allenamento in cui avete asfaltato i vostri sparring partners.

Sii disciplinato
Nessun insegnante vorrebbe nel suo corso un allievo che arriva sempre in ritardo (magari per saltare il warm up), che parla durante le spiegazioni o che va ai cento all’ora su un povero Cristo alla sua lezione di prova. Sii educato e disciplinato: rispetta le regole comportamentali che impone la tua accademia e ascolta sempre ciò che dice il tuo maestro. Migliorerai come persona e come Jiujitseiro.

Poniti degli obbiettivi e trova il tuo ritmo
Siamo tutti spinti da motivazioni differenti: qualcuno pratica per perdere peso e rimanere in forma, qualcuno perchè vuole imparare dei concetti di difesa personale, qualcuno perchè vuole semplicemente avere un buon Jiu Jitsu e qualcuno perchè vuole diventare un campione del mondo. Sono obbiettivi diversi che avranno conseguenza sul nostro modo di fare Jiu Jitsu, per questo motivo è molto importante averli chiari! Ad esempio, un ragazzo che vuole vincere un Mundial probabilmente si allenerà 3-4 volte al giorno, mentre una persona che pratica semplicemente “per passione” si allenerà 3-4 volte a settimana. Sono ritmi diversi dovuti a diverse priorità.

 

Lascia un Commento

Altri
Approfondimenti

Testo del link
AJP 21 Maggio 2020
L’evoluzione del Jiu-Jitsu sportivo di Nicola Intreccio

AJPTour - nata con il nome di Associazione di Jiu-Jitsu Professionistico e successivamente divenuta Abu Dhabi Jiu-Jitu Pro dal nome della città fondatrice e finanziatrice del progetto – è l'organizzazione internazionale che si occupa del Jiu-Jitsu professionistico nel mondo.

APPROFONDISCI
Testo del link
FOOD & DIET 10 Maggio 2020
Guida sulla scelta della categoria di peso nel Jiu Jitsu competitivo di Roberto Scrigna

La scelta della categoria di peso in cui competere in uno sport da combattimento è cruciale per massimizzare la competitività e le performance di un atleta, ed è una scelta a volte semplice a volte complicata. Dipende in parte da noi, cioè da com’è il nostro comportamento alimentare abituale, dalla nostra composizione corporea e dal rapporto che ha essa col peso e le prestazioni di combattimento, e da chi abbiamoin categoria,cioè dalla nostracompetitivitàaquelpeso.

APPROFONDISCI
Testo del link
BJJ 22 Aprile 2020
Le 3 fasi di preparazione di un match, secondo Georges St-Pierre

L’ atleta per eccellenza, GSP, ci svela le 3 fasi con cui preparare un match.. per vincerlo!

APPROFONDISCI
Testo del link
BJJ 19 Aprile 2020
La respirazione Dott. Alessandro Romagnoli

Possiamo considerare la respirazione come un commando remoto della nostra intera psicofisiologia.

APPROFONDISCI
Testo del link
AJP 10 Aprile 2020
ADCC, UAEJJF/AJPTour e UFC: Come gli emirati hanno cambiato il mondo del jiu jitsu di Nicola Intreccio

Ormai da anni il nome “Abu Dhabi” è presente negli scenari più importanti del panorama del Jiu-Jitsu mondiale, creando competizioni internazionali di Submission Wrestling e Jiu-Jitsu Pro, fino a diventare partner del circuito UFC. Ma in che modo gli Emirati hanno cambiato il mondo del Jiu-Jitsu? Lo chiediamo a Nicola Intreccio, responsabile eventi del circuito di Abu Dhabi in diverse nazioni d’Europa e Nord Africa.

APPROFONDISCI

Condividi il tuo approfondimento

Vuoi condividere anche tu un articolo per tutta la community del Jiu Jitsu italiano.
Contattaci per raccontarci anche il tuo punto di vista con un articolo da inserire tra le nostre pagine, saremo felici di farlo.

contattaci

FOR A BEST EXPERIENCE
PLEASE TURN YOUR DEVICE