Guida completa su Threads: cos’è e come funziona

Guida su Threads, la nuova piattaforma social di Mark Zuckerberg lanciata a luglio 2023 e ora anche in Italia: vediamo cosa c'è da sapere.

15 Dicembre 2023
Da oggi in Italia c’è una nuova piattaforma social, lanciata un paio di mesi fa da Meta come alternativa a Twitter. Si chiama Threads e fin dal suo esordio ha battuto il record di iscritti in meno di cinque giorni: oltre 100 milioni di utenti hanno scelto di sposare il nuovo social network di Mark Zuckerberg, più di quanti non avesse fatto ChatGPT.

Guida completa su Threads: cos’è e come funziona

  • Marco Sberla
  • 15 Dicembre 2023

Da oggi in Italia c’è una nuova piattaforma social, lanciata un paio di mesi fa da Meta come alternativa a Twitter. Si chiama Threads e fin dal suo esordio ha battuto il record di iscritti in meno di cinque giorni: oltre 100 milioni di utenti hanno scelto di sposare il nuovo social network di Mark Zuckerberg, più di quanti non avesse fatto ChatGPT.

 

Threads è un social network sviluppato da Meta che si pone come prima alternativa a Twitter. Di fatto, è un’app di messaggistica che si basa sulle conversazioni testuali di Instagram. Permette ai suoi utenti di organizzare le conversazioni in maniera più strutturata, dando loro inoltre la possibilità di condividere dei contenuti su determinati temi.

Se si vuole semplificare, si può dire che Threads è la versione Meta di Twitter. Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg ha definito il nuovo social come “una sorta di Instagram in cui le immagini vengono sostituite dalle parole”

 

Perché bisognerebbe provare Threads? Quali sono i suoi vantaggi rispetto alle altre piattaforme social? Il vantaggio più importante del nuovo social network di Mark Zuckerberg è consentire agli utenti di organizzare i propri pensieri in maniera più coerente ordinata, di conseguenza anche la condivisione dei contenuti su determinati argomenti diventa più semplice.

Se lo si paragona con Twitter, Threads offre un’esperienza di conversazione più personale e interattiva, grazie alla condivisione di immagini e messaggi di testo. Sempre rispetto a Twitter, l’app di Meta permette agli utenti di discutere su specifici temi in maniera molto più approfondita, grazie alla possibilità data a ciascuna persona di creare uno o più threads (letteralmente “filoni”).

A questo proposito, sono interessanti anche le parole pronunciate da Zuckerberg dopo l’inaspettato successo della piattaforma: “È importante offrire ai nostri utenti un’esperienza social che sia focalizzata sulla creazione di conversazioni importanti e personali”, ha detto il numero uno di Meta.

La stretta connessione con Instagram offre poi altri vantaggi. Il primo è la creazione di uno spazio creativo per esprimere le proprie idee su un determinato argomento.

 

È poi possibile connettersi con le persone seguite su Instagram, oltre che con amici e creator insieme ai quali si condividono degli interessi comuni. Tutto questo in totale sicurezza, dato che viene messa a disposizione la suite Meta di controlli di sicurezza.

Un altro vantaggio è dato dalla compatibilità con Activity Pub, il protocollo aperto stabilito dal W3C (World Wide Web Consortium). In breve, ciò significa che Threads sarà interoperabile con le altre app che aderiscono allo stesso protocollo, tra cui figurano WordPress, Mastodon e a breve anche Tumblr). Si avrà dunque l’opportunità di interagire con gli utenti su Threads senza disporre di un account sulla nuova piattaforma social.

COME FUNZIONA?

 

Con Threads è possibile usare fino a 500 caratteri per post. Ogni post può includere testo, immagini, link e video della durata massima di 5 minuti. Inoltre il nuovo social network offre l’opportunità di condividere un post pubblicato su Threads in una storia di Instagram.

Sono poi presenti strumenti che offrono a ciascun utente una maggiore personalizzazione dei contenuti visualizzati. Ad esempio si possono aggiungere delle parole nascoste per filtrare le risposte ai propri post contenenti specifiche parole. Oppure si ha la possibilità di non seguire più un profilo, bloccarlo o segnalarlo.

Riguardo a quest’ultimo punto, sottolineiamo che se si bloccano degli utenti su Instagram in automatico vengono bloccati anche su Threads. Non a caso, i due social network seguono le stesse linee guida.

Conclusioni

Threads si propone come app alternativa a Twitter. Inoltre va ad aggiungersi alle altre app di messaggistica istantanea e social di Meta, tra cui Facebook, Messenger, WhatsApp e Instagram.

Le difficoltà incontrate da Twitter nell’ultimo periodo fanno credere che Threads possa realmente prendere il posto della piattaforma di microblogging di proprietà di Elon Musk. O quantomeno che riesca a farle una reale concorrenza.

I primi record di download e numero di iscritti lasciano un po’ il tempo che trovano, ma testimoniano comunque il successo dell’app. E chi pensa che Threads possa seguire una parabola simile a quella di Mastodon con ogni probabilità è fuori strada.

Il motivo? Instagram. O meglio lo stretto legame tra Threads e Instagram. Un dato su tutti? Chi si iscrive al nuovo social e poi cambia idea, se vuole cancellare l’account deve anche eliminare quello di Instagram. No, probabilmente non lo farà.

Ma non è solo questo a far pensare che Threads possa avere successo. L’idea che sta alla base del social network è convincente. Meglio ancora: piace.

Piace ai giovani, gli stessi che popolano Instagram e che ora si aprono a Threads. Ma piace anche a chi ha qualche anno in più, vedendo in Threads un luogo dove scambiare idee e opinioni con altre persone.

Come si dice spesso in questi casi, il tempo sarà galantuomo. Una cosa però è certa: da oggi c’è un nuovo social in più. Un social molto simile a Twitter, non tanto a quello di oggi ma a quello di qualche anno fa.

 

 

E VOI PENSATE CHE QUESTO NUOVO SOCIAL NETWORK POSSA AIUTARE LA COMMUNITY DEL BJJ A CRESCERE?

 

Fatecelo sapere nei commenti!!!

Lascia un Commento

Altri
Approfondimenti

Testo del link
ONLINE 15 Dicembre 2023
Guida completa su Threads: cos’è e come funziona Guida su Threads, la nuova piattaforma social di Mark Zuckerberg lanciata a luglio 2023 e ora anche in Italia: vediamo cosa c'è da sapere.

Da oggi in Italia c’è una nuova piattaforma social, lanciata un paio di mesi fa da Meta come alternativa a Twitter. Si chiama Threads e fin dal suo esordio ha battuto il record di iscritti in meno di cinque giorni: oltre 100 milioni di utenti hanno scelto di sposare il nuovo social network di Mark Zuckerberg, più di quanti non avesse fatto ChatGPT.

APPROFONDISCI
Testo del link
EVENTI 10 Novembre 2023
Submission Fighting Championship #1 Sogno Realizzato: Il Successo del SFC

A Pescara arriva il primo Submission FC, un torneo onlysub, partorito dall'idea di Angelo Pompeo del suo TEAM!!

APPROFONDISCI
Testo del link
BJJ 15 Settembre 2023
Riprendono i corsi per i bambini in tutta Italia, cosa ci ricorda l'Hagakure? Come un testo scritto mille anni fa, possa indicarci la via

Quest’opera contiene gli insegnamenti del Samurai Yamamoto Tsunetomo (1659-1719) che, alla morte del proprio signore, diventa monaco Zen Soto. Dopo dieci anni di vita ascetica riceve la visita di Tashiro Tsuramoto, un giovane Samurai che diviene suo discepolo e raccoglie in 11 volumi gli insegnamenti del suo maestro.

APPROFONDISCI
Testo del link
BJJ 21 Agosto 2023
"Una donna studia le arti marziali per imparare a difendersi". Royce Gracie, condanna le palestre di MMA e di BJJ

La leggenda dell'UFC Royce Gracie condanna le palestre di MMA per essersi allontanate dalla tradizione.

La leggenda dell'UFC Royce Gracie ha apparentemente suggerito che la maggior parte delle palestre di MMA e di Jiu-Jitsu brasiliano (BJJ) di oggi si sta allontanando dall'essenza delle arti marziali.
Royce ha affermato che la maggior parte delle moderne accademie di BJJ e di altre arti marziali si concentrano in gran parte sull'aspetto sportivo piuttosto che su quello dell'autodifesa.

APPROFONDISCI
Testo del link
4 Agosto 2023
Avete installato una ventola di estrazione dell'aria? L'importanza della Ventilazione: Una Ventola di Estrazione per un Dojo Salutare

Italian BJJ da sempre si occupa di creare un “supporto” che possa essere utile a tutti i praticanti di Jiu-Jitsu.

Nel mondo di oggi, la consapevolezza riguardo alla salute e al benessere è cresciuta notevolmente, soprattutto in questa era post pandemia.

Le palestre o dojo sono diventate una tappa essenziale nella ricerca di una vita attiva e sana. Tuttavia, oltre all'esercizio fisico e alla nutrizione, vi è un elemento altrettanto importante spesso sottovalutato: la ventilazione.

APPROFONDISCI

Condividi il tuo approfondimento

Vuoi condividere anche tu un articolo per tutta la community del Jiu Jitsu italiano.
Contattaci per raccontarci anche il tuo punto di vista con un articolo da inserire tra le nostre pagine, saremo felici di farlo.

contattaci

FOR A BEST EXPERIENCE
PLEASE TURN YOUR DEVICE